Il fagiolo gialét della Val Belluna

Dic 01 2017

Il fagiolo gialét della Val Belluna

Lo sapevi che una delle migliori varietà di fagiolo si trova nella Val Belluna?

Stiamo parlando del pregiato fagiolo gialét.

Di colorazione giallo – verde intensa e lucida, il gialét è un ecotipo locale di fagiolo rampicante. Unico per raffinatezza e versatilità in cucina, è apprezzato da molti chef, che lo considerano come una delle eccellenze italiane. Ricco di proteine, altamente digeribile, non provoca meteorismo.

Potrai trovare questa e molte altre varietà di fagiolo e legumi il 2 e 3 dicembre, al Palazzo delle Contesse a Mel (Belluno), in cui si svolgerà Slow Beans, l’evento itinerante della comunità leguminosa di Slow Food in Italia, giunto all’ottava edizione.

Due giornate all’insegna del gusto e della biodivesità, dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Il centro storico di Mel si popolerà di contadini, cuochi e appassionati da tutta Italia, con un programma ricco di attività per tutte le età.  Laboratori, visite guidate, la mostra-mercato con produttori da tutta Italia  e domenica le “Fagioliadi”, competizione semiseria tra piatti a base di legumi, che darà spazio a tutti i palati curiosi, grazie all’assaggio di decine di prelibati piatti cucinati dai produttori.

fagiolo giàlet

Se vuoi saperne di più, visita il sito www.slowfoodveneto.it

 

L’evento è organizzato in collaborazione con l’Associazione per la Tutela del Fagiolo Gialet della Valbelluna, il Comune di Mel, la Comunità leguminosa Slow Beans, Slow Food Veneto e il Consorzio Turistico Dolomiti Prealpi.

 

Per questo inverno freddo, ecco una ricetta squisita di minestrone di orzo e fagioli gialèt.

Ricetta per 4 persone

  • Monda le verdure e tagliale a pezzi molto grossolani.
  • Mettile in una pentola con dell’acqua, aggiungi i fagioli, lo spicchio d’aglio, l’orzo sciacquato in acqua fredda e il gambuccio di maiale.
  • Porta a ebollizione aggiungendo un po’ di olio extravergine d’oliva, sale, pepe, peperoncino e alloro.
  • Lascia bollire lentamente per un paio d’ore.
  • Con una schiumarola togli i pezzi di verdura esclusi fagioli e orzo e passali al passaverdure
  • Rimetteteli nella pentola e aggiungi una noce di burro
  • Aggiusta con sale e pepe.
  • Servi la minestra ben calda con un filo di olio extravergine di oliva a crudo.