“La Perla” pizza alla napoletana e casunziei all'ampezzana | Cortina UP

“La Perla” pizza alla napoletana e casunziei all'ampezzana

Lug 04 2018

“La Perla” pizza alla napoletana e casunziei all’ampezzana

Siamo in pieno centro a Cortina d’Ampezzo, dall’altra parte del Corso Italia, in Piazza San Francesco proprio dietro la “Ciasa de Ra Regoles”, sede dei musei e dell’Ufficio Guide Alpine.

Qui Andrea e Sabina Pompanin da vent’anni gestiscono il Ristorante “La Perla” con molta discrezione e mantenendo sempre un certo standard di qualità. La loro proposta unisce ottime pizze alla napoletana a piatti della tradizione preparati in casa direttamente dallo chef Andrea.

I suoi “casunziei all’ampezzana” sono davvero ottimi. Si tratta di tipici ravioli ripieni di rape rosse.

“Li preparo secondo la ricetta tradizionale di famiglia e utilizzo rape a km zero, perchè siano davvero autentici”.

E bisogna proprio assaggiarli!

Oltre ai piatti tipici, troviamo quelli della tradizione italiana, la pasta e i dolci fatti in casa. E due volte a settimana Andrea prepara anche buoni piatti di pesce fresco, secondo la disponibilità del momento.

Della sala si occupa la moglie Sabina che si prende cura degli ospiti e dell’accoglienza.

“Ci tengo ad offrire un buon servizio, ad essere cortese con i clienti e a venire incontro più possibile alle loro esigenze. Per i bambini, ad esempio, abbiamo studiato un menù dedicato: il menù “Peter Pan”. E per i più piccoli mettiamo a disposizione seggiolini e fasciatoi. Ma ci prendiamo cura anche degli “amici pelosi” che da noi sono i benvenuti.”

 

Noi però siamo qui anche per soddisfare una curiosità… scoprire la famosa “pizza bomba”!

Ed è un’esperienza davvero originale… Si tratta di una pizza gonfia, con pasta sottile e vuota all’interno, che viene riempita a fine cottura con mozzarella di bufala, pomodorini e altri ingredienti di stagione.

Ma il pizzaiolo propone più di altre cento varietà di pizze, anche alla frutta, cotte nel forno a legna. Questo tipo di cottura conferisce un sapore del tutto particolare dovuto al legno che, bruciando, rilascia i suoi aromi all’impasto. Inoltre, l’alta temperatura del forno, sui 400 gradi, forma in pochissimo tempo un bel bordo croccante fuori e fragrante dentro.

Utilizzare la cottura in forno a legna però non è da tutti, ci vuole un pizzaiolo esperto.

“Bisogna sapere quale tipo di legno è il più adatto, mantenere la fiamma per avere una temperatura costante e ruotare la pizza al momento giusto per permettere una cottura uniforme. E per una buona pizza ci vuole anche un buon impasto e la giusta lievitazione, almeno 24 ore.”

Il risultato? Una pizza davvero buona, non alta ma nemmeno troppo sottile, giusta come grandezza, condita con ingredienti di qualità e facilmente digeribile.

“La Perla” è un locale accogliente e tranquillo, con pochi tavoli, d’estate anche all’aperto, e non è possibile prenotare. In certi periodi capita che ci sia un po’ da aspettare, ma ne vale la pena 😉

Come arrivare e altre informazioni

 

Condividi